*

ascolta tra le note il suo silenzio
la verga che trascina ai piedi la voce:
l’orgia nel buio inscena pietre sulle
nuche. respira dentro questa bocca,
mordi il palato, non sai se domani
la distanza ritratta le ombre, anela
un nuovo ordine recato a palpebre
tenute appena chiuse, tiene i polsi
stretti nei polsi e volti messi lì
tra le luci che lasci, per poi andare.

Annunci

2 thoughts on “*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...