*

parti e ritorni e neghi nella perdita
condizione lasciva, e bene e male
la goccia nelle fughe; nelle vene
l’odore che rimane, col sapore
nel nome, il vento, pietra non mia arsa
viva, questo è nel canto: ingiuri, perdi
togli inserti, t’arrendi. con gli anelli,
lo stesso odore nelle dita. resti.

cogli silenzio, ché tale rimane
la bocca nella bocca che ti trema.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...