*

per voce
in una parola detta – la partenza ha i piedi piccoli
a mare, nella lingua stretta di madre
e padre e forma di lupi nello stomaco

mordi i rumori che restano

qui vedo la mano
il figlio
il padre
l’incesto nel grembo vorace

la storia che deduce i nomi
che pietra fa nomi
stranieri

forme crocifisse di noi – come boschi di rami
foreste di lingue
foreste di pelli
frontiere

*

sei sul solco
e cadi

più non entri
più non sei:

sono.

Annunci

3 thoughts on “*”

  1. Perché creato che fu il cielo
    e la terra ancora
    le acque vi trovarono asilo
    e di nebbie come di acque
    respira
    questo arcipelago di terra
    che madre e padre
    mi hanno insegnato a chiamare
    i campanili rampicati
    di brume salate
    le ore assopite a dettare
    e gli orizzonti tutti
    sommersi.

    [http://rebstein.wordpress.com/2011/12/21/linfanzia-subita/]

    Aria familiare il tuo blog…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...