*

[…]

come buco un ombelico con un occhio che trascina
nei fondali le sferze occhiate lunghe
i gomiti corti delle tue dita la saliva colante
come lava che brucia qui pelle brucia
come sono io
una frangia che copre seni collo anelli di costole
partiture di unghia spessa trascinante muri
ginocchia di case e legni portanti muschio
con dentro il respiro – l’apertura della bocca
slava l’immagine degli amanti snoda ma nidifica
nella pietra il tuo nome il nome tarlato
senza consonante nel suono
senza suono
vagito lungo corredato al buio.

[…]

Annunci

One thought on “*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...