*

scopri l’odore, lo scalino che sgozza
il piede mentre fascia la pelle i buchi
di marmo scalfito di nere e bianche
pagliuzze verdi di occhio ramato
sotto la pioggia. scendi, sfianchi
l’anca mentre dorme il sogno
dentro la palpebra – come rimani affranto
tra le ciglia che scoprono il tuo cadere,
la vertigine che svena il corpo
dal collo – dal collo non ho parole
come corte di braccia che assecondano
l’intenso che permane nella tua bocca
quando sogna di cadere nella mia,
quando attende il battito di penetrare
il petto, la pianta del ventre che fa
casa il corpo, fa pane le falangi
tra i denti, nel dire che brucia
la schiena di queste travi a cruna
con dentro il sangue.

Annunci

3 thoughts on “*”

  1. è che quando io scrivo ho bisogno di sentire, sentirmi, tutta, dentro, completamente. e non riesco neanche più a scrivere cose a caso, divengo sempre me, rimango sempre me quando scrivo. leggo tanta di quella poesia che ha immagini fisse autoreferenziali che mai si snodano e non si capiscono da nessuna parte dove sta il capo e la coda. la mia poesia deve essere chiara, palpabile, con un filo logico, senza la nervatura dell’io troppo narcisistico del “poeta”. io sono me. la mia poesia è me. e non è bravura, è imparare a sentirmi. sempre.
    un bacio a te
    A.

    Mi piace

  2. sento, nelle cose che scrivi da un po’, questo desiderio-bisogno di slegare, di andare oltre il confine conosciuto per toccare quel volo radente che ci fa sentire bellezza e terrore e un’altitudine interiore così intensa da fare della poesia – di te – vertigine.

    e mi piace perchè molto mi ritrovo 🙂

    ciao anila!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...