*

e ti dico
da dire nel nulla ricamano le parole
le gole
, il vento che strappa qui
nei nomi le trasparenze – vedi,
partono silenziosi i volti ad est
prima d’ogni viaggio: dicono che siamo
rimasti a sedere sulla sabbia,
dicono che il legno marciva accanto
di pioggia ed odori salmastri
come del resto piove ancora. dicono che sei
lontano e non rimani ma scendi e sali
nelle vetrate di lunghe giornate.

ma fissa qui la mano sente il ticchettio
di luci a neon che stanno morendo
e tu sei lì, nella fessura di tagli
obliqui di cielo, senz’aria.

*

Annunci

2 thoughts on “*”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...