*

言わぬが花

[ non parlare è un fiore. ]

porta qui la bocca, porta il laccio che confonde
tra le nostre gambe mentre andiamo. interna
nel buio la pietra lanciata una volta, due volte,
tre, finché resiste il braccio al peso, finché spolpa
il corpo tutto il male, finché sfonda il cranio
l’odore ed il sapore di ogni rovina, di ogni trama
caduta come mura.

resto qui con te.
pianto radici intorno, ti isolo dalle porte, sfianco
l’andare ed il venire di foglie scese a restare nuche
pesanti sulle spalle. sfianco il vento. sfianco
finché sviene nella tua mano la parola, finché il gioco
interra la pietra, finché sei. ed al mezzo della stanza
non sta un buco, non è vertigine, non cade.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...