*

 

e se muore
di questa catena che scosta piante
edere linfe ninfee sull’acqua prima che prendi
fiato dentro il mio collo
dentro se muore
scostato negli argini un frantumare
di detriti e riflessi che spezzano
cerchi continui rami travi di case
tremolii di terra dove non raspano mani braccia
cuori toraci aperti senza fiamma
ma se muore nel sangue
questo annaspare della bocca nella bocca
il grido della pelle il nido
per farti farfalla
e volare.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...