è qui che aspetto
che il bosco venga bruciato
il fiato scemi nella fiamma
distanzino le braccia nel male
nella fiala anneghi il respiro
nella gola dica d’essere muto
è qui che premo
nel corpo non vi è nulla
né trama né traccia né odore
né porta né rumore dentro mura
né finestre da aprire
né occhi né gambe da scoprire
è qui che sviene
pelle di pelle che consuma
di occhi e di braccia da amare
di mani stese silenziose
di venti dritti ad est
di culle e bocche bianche
e rosse e spasmi
e denti morsi
e fiati nel fiato
che non c’è.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...