*

you will feel this house

me
me intera, stonata dentro la piastrella
che lasciva buca la parete all’angolo
snoda così i cedri di mura sbilenche addosso
l’odore che smembra portico
giardini spioventi pilastri
e così come resta l’osso
mio osso senza frattura
ma frantume stesso del sangue
nel sangue chiazza rossastra
del mutismo senza denti
senza bocca
me
me interamente interna
come il chiodo che spezza
e snoda sboccia sbianca
fibre di dita che restano segno
dove la pietra non è lanciata
ma appesa in aria ride
e tu che tieni lì mani
ginocchia denti stoni nella parete
sbianchi a tratti
sgusci così di pelle che resta
e non torna nella fame
capace ammorba la parola
adorna ghiaccia tempra suona
del resto che spezzi
nel bilico d’essere parte
d’essere cardiovascolare come lingua
che delinea il sangue nel corpo
del corpo che addentra
me
te
congruente
al resto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...