*

come sparge
è tutto alberi ed erba
e sale nelle ossa
che forma nidi densi
di storie ubriache le vene
nelle pupille diradano gli occhi;
come tranci con la parola
intrecci capelli
tagliati corti corti
nelle dita lunghe e piccole
come suoni perché suoni distante
nella sillaba pronunciata ancora
ché di carne e fiamma assesta
il corpo al carcere che tiene
nel cadere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...