*

di questo corpo il segno
che sfibra come neve
d’estate dentro i muri di ossa
dentro i tagli di sopracciglia di bosco
dentro cortecce lunghe e scure
e cipressi di strade tra le dita
mentre corri veloce le distanze
e veloce cadi
nella misura
di gente dai colli lunghissimi
e giganti pupille gli occhi
nel vederti sparire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...