*

come piega l’albero
la voce che dice ti tengo con me
dove il taglio cuce non separa
argini, distacco dove avviene la rinascita:
il salto qui di vuoto nel vuoto schiuma.

dammi un nome che mai ho sentito,
per nuova ragione, nuovo taglio
temuto, nuovo cardine e nuova bocca
da premere la parola ancora,
come sei.

e se separa la freccia
l’ordine semplice delle mura
inghiotte ancora, ma non muore.
non muore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...