*

resta qui, dove migri,
con il silenzio del vento
ed il suo rumore, la risacca,
l’arte della parola che impari
a dire la mattina, quando svegli
i piedi, e le teste strette
come pugni. sarò una febbre calma
che ti addenta a morsi piccoli
le ossa; le carte scritte come mappature
di unghie saranno vie che vedi
che vedo, e vivere sia ad un tratto
da noi, senza smettere.

Annunci

One thought on “*”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...