*

e ti basti
ti basti sognare una foglia che cade
ed un volto, uno qualunque, anche di chi resta
a guardarci – tu dall’occhio
più chiaro della luna, io nera nera a trave
scura di foresta. a trave scura.
dormi mentre. dormi mentre sonnecchia
la parola e il tempo diviene piccolo piccolo
e le tue dita piccole così tanto da prendere
aria dalle unghie, come a respirare tutto il petto
schiacciato al seno mio|tuo raccontando un battito
in più, come un morso appena di lingua
e la smorfia rossa rossa scioglie il labbro.
non parli perché. non parli dove le finestre
sonnecchiano sulle strade. lasci le cose smettere.
respirare. e tutto circola nell’odore
mio|tuo. lasci le cose smettere.
dire.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...