*

è come la fame
la sorte che unisce i nomi e dice
“qui è il mio perdono” e ci credi
come al saluto dato ai morti
non vedi come
il Dio che chiami padre
cresce come un’edera che uccide i muri
le case e non hai dita per indicare confini
dove correre, dove andare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...