*

camminiamo a Milano. prendo nota dei gesti.
ci pianterei una foresta che respira,
dalla tua fronte, il bosco di cui scrivi.
abbiamo numerato le giornate, i giovedì
sono diventati ombre di giorni, sono diventati
immorali. non vi sono giorni lunghi,
ma notti lunghissime. dappertutto
i volti della città che non ci riconosce,
ma sa bene chi siamo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...