*

oggi pare ancora più autunnale il sole.
mi guardi attento, le parole che dico
scaldano la cenere rimasta spenta,
dopo tante notti in cui non ci siamo stati.
tutti i respiri hanno portato altri nomi.
io non conosco i tuoi e tu i miei appena.
si sa, la cenere non sveglierà il fuoco,
anche se il fuoco non è morto. dici che oltre
il ponte del drago vedi la nudità nelle stanze,
il profumo rimasto nelle ombre. io non vedo,
ascolto soltanto. dentro sei cavo. rimango fissa
a vedere dritta la pioggia, svuotarti le mani,
lavarti i pensieri, un istante, prima di parlare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...