*

así el amor nos quite los dientes, y en el polvo temblando la furia nada sean para el mundo su escritura

triste delirio donde ya no estamos

de todo cuanto dijimos sólo queremos ser lo que se aleja roto entre las manos por el aire

y si por el amor perdimos los dientes, pudiéramos en el grito amar el silencio, si ahora la risa queda

Felipe García Quintero

CHAGALL

Massimo Botturi

massimobotturi

C’è una voglia sfacciata questa sera
tra il rosso foglia
e il mi manca il fiato, amore.
È quella della tenda tirata malamente
che tutto poi si vede, e ci resto delle ore.
È quella del passare col treno
e là c’è una
che ti saluta e manda dei baci.
E tu l’hai presa
al volo, in quell’istante preciso. E l’hai portata
tra il tetto e le mammelle di luna
e l’hai toccata; la luna, ma anche lei
ed era facile da amare.
Ho una sfacciata voglia di fare il ponte vecchio
di metterci minuti di più a tornare a casa;
perché ho qui dentro il mare che mi racconta cose
e il freddo sulle guance
ricorda me, bambino.

View original post